Prospettive e stakeholder

Il laureato magistrale in BIOLOGIA APPLICATA ALLE SCIENZE DELLA NUTRIZIONE possiede una specifica e moderna conoscenza delle applicazioni biologiche in campo alimentare e nutrizionistico e un'approfondita preparazione culturale sulle problematiche della nutrizione in vari contesti quali quelli ambientali, tecnologici, normativi e di ricerca scientifica con particolare attenzione agli aspetti cellulari e molecolari.
L'ampia e variegata competenza acquisita gli conferisce una specifica preparazione per attività professionali e di progetto in ambiti correlati con le discipline biologiche nei settori dell'industria e della pubblica amministrazione con particolare riferimento a: 1) comprensione dei fenomeni biologici a tutti i livelli e diffusione/divulgazione di tali conoscenze; 2) corretta applicazione della nutrizione e delle relative normative vigenti nel campo della sanità pubblica e privata; 3) monitoraggio dei consumi alimentari volto alla sorveglianza delle tendenze nutrizionali della popolazione, alla applicazione di metodiche atte a valutare la sicurezza degli alimenti e a tutelare la salute del consumatore; 4) partecipazione ad attività di formazione ed educazione, rivolte agli operatori istituzionali e alla popolazione, sui principi di sicurezza alimentare; 5) consulenza dietologica per la messa a punto di diete ottimali per la collettività (per mense aziendali, gruppi sportivi, ecc.) o singoli individui; 6) partecipazione a processi di ottimizzazione, conservazione e sicurezza delle risorse alimentari; 7) procedure di controllo, accreditamento e certificazione di laboratori e strutture pubbliche e private in rispetto alle disposizioni europee; 8) promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica, nonché di gestione e progettazione delle tecnologie nell'ambito del settore della nutrizione; 9) compiti direttivi e di coordinamento in impianti delle industrie alimentari nazionali ed estere; 10) attività professionali e di progetto in tutti gli ambiti correlati con le discipline biologiche, nei settori applicativi dell'industria, dell'agricoltura, della sanità e della pubblica amministrazione.
Il laureato magistrale potrà pertanto svolgere: 1) attività di ricerca in campo bionutrizionistico; 2) attività di ricerca nell'industria dell'alimentazione e in specifici settori a tutela della salute pubblica; 3) marketing nell'industria del settore di pertinenza; 4) carriera dirigenziale in ambito laboratoristico sia pubblico che privato; 5) attività libero professionali in settori pertinenti; 6) carriera dirigenziale nell'ambito della grande distribuzione nel settore alimentare; 7) attività di diffusione e divulgazione delle conoscenze in campo bionutrizionistico.
Il laureato magistrale potrà iscriversi (previo superamento del relativo esame di stato) all'Albo professionale dell'Ordine Nazionale dei Biologi, sezione A, con il titolo di Biologo, per lo svolgimento delle attività riconosciute dalla normativa vigente.
Gli obiettivi formativi e l'intera organizzazione del CLM sono stati definiti in funzione di un profilo professionale tenendo conto dei realistici ambiti occupazionali emergenti non solo sul territorio regionale, ma su quello nazionale ed europeo. L'ambito previsto dal CLM in oggetto rientra in modo specifico tra le competenze riconosciute alla figura professionale del Biologo. Inoltre esistono ampi spazi di inserimento professionale per i laureati magistrali con specifica preparazione e competenza culturale anche in un contesto più ampio di quello nazionale come quello europeo.
Statistiche occupazionali (Almalaurea)
Milano
Stakeholders

Il corso dialoga con il territorio attraverso consultazione con le organizzazioni professionali, produttive e di servizio - a livello locale, nazionale e internazionale.